DISOCCUPATI PER LAVORI SOCIALMENTE UTILI, LA REPLICA DEL VICESINDACO ROBERTO RUGOLOTTO

pdjesoloIl vicesindaco e assessore alle politiche sociali Roberto Rugolotto replica al consigliere d’opposizione Daniele Bison sull’utilizzo dei lavori socialmente utili per i disoccupati
«L’idea di occupare i disoccupati in lavori socialmente utili mi sembra abbastanza peregrina, considerando che sono lavori non retribuiti, nei quali la prefettura ha proposto di impegnare gli immigrati perché in qualche modo “restituiscano” piccoli servizi alle comunità che li ospitano. Proporli a chi ha bisogno di un lavoro retribuito mi sembra una presa in giro, preferisco che sia Bison a farlo, non vorrei prendermi il merito di questa brillante idea.
Piuttosto rivendico il lavoro fatto in questi anni attraverso il “Fondo per sostegno e azioni di rilancio”: l’amministrazione comunale – pur non avendo competenze in materia di politiche del lavoro – ha destinato 1.250.000 euro per finanziare il progetto di custodia dei parchi cittadini, il servizio di assistenza ai passaggi pedonali di fronte alle scuole e i tirocini di reinserimento lavorativo. In questo modo si è dato lavoro a 103 persone disoccupate, mentre altre 112 sono state aiutate nella ricerca di un lavoro. Ci siamo impegnati da subito con atti concreti per chi aveva e ha problemi con il lavoro, non abbiamo aspettato che fosse il consigliere Bison a suggerircelo.
Nello specifico, poi, ritengo vergognoso continuare a strumentalizzare in modo cinico e per fini elettorali la vicenda degli immigrati, si tratta di persone che nella migliore delle ipotesi fuggono da situazioni di fame, miseria e assenza totale delle condizioni minime per poter sopravvivere, quando non siano guerre e persecuzioni.
Il nostro Paese si è trovato del tutto impreparato e non in grado di governare questi flussi inarrestabili di migrazioni e molto spesso le soluzioni predisposte si sono rivelate del tutto inadeguate, questo è riconosciuto da tutti. Non è però il caso di Jesolo: la Croce Rossa ha gestito con molto ordine l’accoglienza nella sua struttura e la nostra città non ha subito alcun tipo di problema dalla presenza dei migranti. Per cui direi di smetterla con questo sciacallaggio sulle disgrazie altrui»

Rispondi